mar 21

La tragedia che ha colpito il Giappone sta toccando diversi aspetti della vita; c’è la tragedia umana, quella nucleare ed infine quella economica.

Diamo un’occhiata al terzo aspetto.

Il mondo ormai è globale ed è evidente che spesso un evento ne possa condizionare altri; vediamo quindi cosa potrebbe accadere ad iPad 2.

Tra le componenti che abbiamo in iPad 2 cinque sono di origine giapponese:

  1. la memoria NAND flash della Toshiba Corp.;
  2. dynamic random access memory (DRAM) della Elpida Memory Inc.;
  3. la bussola elettronica della AKM Semiconductor;
  4. il vetro del touch screen della Asahi Glass Co.;
  5. la batteria della Apple Japan Inc.

Ovviamente non sappiamo se queste aziende dovranno sospendere la produzione; chiaramente è piuttosto probabile che ci siano dei ritardi nelle consegne.

Ovviamente alcuni di questi componenti sono sostituibili, come ad esempio la memoria NAND; ma che dire della altre componenti?

Vi posso dire che alcuni iniziano a vociferare di un possibile mese di ritardo per alcuni paesi; speriamo non il nostro.

Colgo l’occasione per segnalarvi che potete effettuare delle donazioni per il Giappone tramite la Croce Rossa internazionale ed iTunes seguendo questo link.

Altri articoli correlati:

  1. iPad da 128GB non è più un sogno
  2. Asus diminuisce la produzione di Netbook
  3. iPad spedito in 24 ore: finalmente risolti i problemi di produzione?
  4. La produzione di iPad sembra essere in linea con la domanda; news sul 7″
  5. iPad: lo streaming in cloud potrebbe essere più vicino

Lascia un commento