giu 15

Popular Science, una delusione?

Per chi mastica un po’ di inglese e ama tenersi aggiornato su scienza e tecnologia, Popular Science rappresenta una lettura obbligata: molti articoli interessanti, alcuni anche bizzarri, caratterizzati dal possedere il dono di dimostrarti di voler sapere cose che prima non sapevi di voler sapere…

Vi devo confessare peró che sono rimasto deluso da questa versione digitale.

Pochi contenuti multimediali, la navigazione tra i quali risulta scomoda. Spesso si finisce a picchiettare lo schermo di iPad cercando di far apparire una qualche sorta di indice  ottenendo solo che il testo scompare (per rendere più visibile lo sfondo?).

Nulla di paragonabile con l’edizione digitale di Wired, a mio avviso un modello di quello che diventeranno le riviste digitali, cioè molti contenuti interattività, video, minigiochi, immagini 3D da ruotare ma soprattutto un indice richiamabile in ogni momento con le anteprime degli articoli.

Sicuramente il problema é la mancanza attuale di uno standard per la navigazione dei contenuti (come  ad esempio stabilire che la convenzione per visualizzare l’indice e’ toccare in basso a destra. Se uno deve passare dieci minuti a capire come leggere una rivista, prima di iniziare a sfogliarla ha giá finito il tempo o la pazienza ( e finisce come me a picchiettare lo schermo del proprio innocente paddino…)

Speriamo nelle prossime edizioni di Popular Science.

Altri articoli correlati:

  1. Wired arriva su iPad
  2. Day After: un paio di considerazioni sui risultati di iPad
  3. Best Movie Magazine, la rivista diventa multimediale in un’App
  4. WIRED Snap Case: prodotta da Incase
  5. Steve Jobs e le sue mail incandescenti (prima parte)

Una risposta a “Un paio di considerazione su Popular Science e Wired”

  1. Benito scrive:

    http://informationarchitects.jp/wired-on-ipad-just-like-a-paper-tiger/

    leggete questo come critica a WIRED… ;)

    ma io avrei una domanda:
    quante persone che hanno scaricato l’app. di Wired ha letto almeno una riga degli articoli?
    sino ad adesso ho conosciuto gente che l’ha solo sfogliato e non sa che tipo di articoli vi siano. STRANO NO?

Lascia un commento