apr 05

Una delle critiche che si sente più spesso nei confronti di iPad e di iPhone è che l’iPhone OS, il sistema operativo della Apple per questi due dispositivi (e per l’iPod touch) non supporta il multitasking.

In realtà c’è molta confusione, addirittura nei termini, in questa credenza. Vediamo perché…

Per prima cosa l’iPad e l’iPhone supportano il multitasking. Stupiti? Eppure è così ovvio: l’iPhone OS è basato su un sistema operativo moderno, il kernel Darwin che la Apple ha derivato dal FreeBSD (lo stesso alla base di Mac OS X), che, ovviamente, a livello di sistema operativo supporta eccome il multitasking, difatti quando il nostro iPad è acceso possiamo trovare diversi processi attivi in contemporanea, tutti facenti parte di funzionalità diverse del sistema operativo. Addirittura alcune applicazioni Apple come il riproduttore musicale sono multitasking.

In buona sostanza, quindi, quello che non è supportato realmente è il concedere alle applicazioni sviluppate da terze parti di poter usufruire anche loro di questa funzionalità insita in iPhone OS per cui, quando un’applicazione non è più in primo piano, viene terminata automaticamente dal sistema stesso.

Ora, Apple asserisce di non volere concedere questo privilegio alle applicazioni perché danneggerebbe la stabilità complessiva del sistema e accorcerebbe di molto la durata della batteria. Nulla di più falso, in realtà la batteria dell’iPad è più che adeguata così come la sua potenza di calcolo. Inoltre si vocifera spesso che Apple in futuro aggiungerà questa possibilità in un nuovo rilascio del sistema operativo, e questa affermazione, invece, è molto probabilmente vera.

Ma allora, se fosse vero quanto affermato in precedenza, Apple avrebbe intenzione di rendere i suoi device più instabili? Beh, chiaramente no, risulta ovvio quindi capire che le motivazioni date da Apple sono semplici scuse.

Ma allora qual’è la vera ragione perché iPad ed iPhone non consentono alle applicazioni di altri di essere multitasking? Nessuna delle precedenti: la vera ragioni sta nella limitatezza della memoria (nei modelli attuali 256 MB) e nell’assenza di un hard disk, sostituito da una memoria flash. (continua…)

Altri articoli correlati:

  1. iPad, iPhone e multitasking, sfatiamo qualche mito… (parte 3)
  2. iPad, iPhone e multitasking, sfatiamo qualche mito… (parte 2)
  3. iPad potrebbe essere dotato di Multitasking dalla versione 4.0 di iPhone OS
  4. iPhone OS 4.0: Multitasking su iPad
  5. iPhone OS 4.0: le novità in chiave iPad

4 risposte a “iPad, iPhone e multitasking, sfatiamo qualche mito… (parte 1)”

  1. [...] This post was mentioned on Twitter by Apple iPad Italia. Apple iPad Italia said: ipad italia : iPad, iPhone e multitasking, sfatiamo qualche mito… (parte 1) http://bit.ly/a1wtHy [...]

  2. [...] iPad, iPhone e multitasking, sfatiamo qualche mito… (parte 1) apr 05 [...]

  3. [...] che uno degli argomenti trattati sarà il multitasking su iPad ma, per il momento, non è trapelato [...]

  4. [...] (Vi rimando, per un approfondimento sul tema, all’interessante articolo di Nick iPad, iPhone e multitasking, sfatiamo qualche mito…) [...]

Lascia un commento